Da San Vittore Olona ad Olimpia: la Cinque Mulini a Tokyo 2020



Altri due campioni olimpici si aggiungono al prestigioso ed unico palmares della Cinque Mulini.


Alle Olimpiadi di Tokyo 2020, appena concluse, è stato Selemon BAREGA - ventunenne atleta etiope - ad aggiudicarsi il titolo nella gara dei 10.000 metri, con un irresistibile rush finale, mentre nei 3.000 siepi il longilineo marocchino Soufiane EL BAKKALI è riuscito a porre fine al predominio keniano della specialità conquistando il prestigioso alloro olimpico.

I due giovani atleti africani sono stati tra i protagonisti dell’edizione del 2017 della Cinque Mulini. Il successo allora arrise a BAREGA, che vinse in solitaria la prova davanti proprio a EL BAKKALI.

Nella maratona maschile, Eliud KIPCHOGE (Kenya) si riconferma l’indiscusso numero uno della prova andando a prendersi il secondo oro consecutivo, dopo il successo di cinque anni fa in Brasile. KIPCHOGE fu secondo nell’edizione 2008 della Cinque Mulini.


In campo femminile invece la keniana Faith KIPYEGON, vincitrice della Cinque Mulini nel 2014 e nel 2016 e già oro olimpico a Rio de Janeiro, si aggiudica a Tokyo la medaglia d’oro nei 1.500 metri.


Tra coloro che hanno solcato il classico tracciato di San Vittore Olona, sono ora 38 i campioni di Olimpia che hanno gareggiato nella prova.

Ben 51 le medaglie d’oro in totale! Tra loro ben 10 uomini hanno vinto la nostra gara, mentre 4 sono i successi in campo femminile.


Appuntamento dunque al 2022 per la disputa della novantesima edizione della regina delle campestri!


Ufficio Stampa Cinque Mulini

www.cinquemulini.org

Email: ufficio.stampa@cinquemulini.org


Post recenti